Pasqua Ortodossa Greca

Quest' anno, la Pasqua Ortodossa Greca cade di Domenica 2 Maggio, diversamente dalla Pasqua in Italia (Domenica 4 Aprile).

La mattina del Sabato Santo le donne Greche iniziano con il cucinare la Zuppa "maghiritsa" fatta con le frattaglie dell' agnello. E' una Zuppa che cuoce per diverse ore e va preparata con largo anticipo. Una volta arrivati a cottura terminata viene aggiunto un intingolo davvero saporito: l'avgolemono. Salsa a base di brodo di carne, uova sbattute e succo di limone.

Già durante le prime ore del giorno di  Pasqua, la gente esce dalle proprie case per iniziare a prendere posto ed occupare ogni angolo a cielo aperto per cominciare a preparare l'agnello allo spiedo "Ovelìas", la cui cottura assume le sembianze di un vero e proprio rito. E' un'usanza antichissima che risale all'epoca in cui un incendio accidentalmente bruciò molti animali, così come raccontato da Omero nelle sue Opere  in cui si descrivono anche lauti banchetti a base di carne arrosto che si facevano dopo il sacrificio agli Dei.

In questo giorno così importante e di condivisione non possono assolutamente mancare le Uova Rosse (Kokina Avga) Il rosso rappresenta da sempre il sangue di Cristo. Ogni persona impugna un uovo e a quel punto le uova si fanno sbattere una contro l'altra esclamando: "Cristo è risorto" e rispondendo "E' davvero risorto"

 

Foto: www.redbubble.com/people/annylands/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati